lunedì 31 gennaio 2011

Il velo da sposa: storia, tradizioni e curiosità

Indossare il velo è un gesto che ereditiamo dal nostro passato di epoca romana. Dalla superstizione di proteggere il volto della sposa da sguardi invidiosi e spiriti maligni che avrebbero potuto portarle sfortuna. Il flammeum era di lino, tinto di rosso e durante la cerimonia poteva coprire anche lo sposo.

Il velo, come noi lo intendiamo, ha subito nel tempo gli stessi mutamenti dell'abito da sposa, e anche se è andato perdendo man mano le valenze più fortemente religiose, è consigliabile indossarlo comunque solo in chiesa. Lasciate gli strascichi da cattedrale alle sole eredi di casati nobiliari.

Per chi ama le tradizioni, tramandare di madre in figlia un velo antico o farselo prestare da una parente prossima è un gesto di protezione e buon auspicio di una pari felicita.

Se volete farne il centro del vostro abbigliamento, potreste trovarne alcuni veramente unici nei negozi o siti specializzati in pizzi antichi (noi vi segnaliamo antique lace heirlooms). Se invece ne volete uno realizzato apposta per voi, o con le vostre iniziali ricamate, potreste rivolgervi a Christina Garcia.

Qualche curiosità linguistica. La parola nubile indica la donna che non ha ancora indossato il velo, (da nubere, sposarsi); celibe l'uomo che non ha ancora un talamo nuziale (da koite, letto nuziale e leipo, mancante), mentre coniugi indica coloro che condividono lo stesso giogo (cum e iugus).
E scapolo direte voi? Colui che dal cappio è riuscito a sfuggire!

Wearing the veil is a gesture which we inherited from our past from Roman times. From the superstition to protect the face of the bride from envious looks and evil spirits that might bring her bad luck. The flammeum was made of red linen and during the ceremony could also cover the groom.

The veil, as we understand it, has undergone the same changes  of bridal apparel, and even if it has lost the more strongly religious valences, should be worn to church only and please leave the cathedral trains to the heirs of noble families.

For those who love the traditions, wear an old veil down from mother to daughter or have it borrowed from a close relative is a gesture of protection and a good omen for equal happiness.

If you want to make it the center of your clothing, you might find some truly unique one in shops or sites specialized in antique lace (we remind antique lace heirlooms). But if you want them made especially for you, or embroidered with your initials, you may contact Christina Garcia.

Some linguistic curiosity. The word "nubile" indicates woman who has not yet wore the veil (from nubere, married), "celibe" the man who does not have a bridal chamber (from Koite, nuptial bed and Leip, missing), while "coniugi" indicates those who share the same yoke (cum and iugus). And "scapolo" you might want to know.. One that has escaped the noose!



PUBBLICATO DA: nagajna

COMMENTI: Commenti (0)

Tags: JEWELS AND ACCESSORIES - , , ,





  Country flag


  • Commento
  • Anteprima
Loading



Scroll to Top

BlogEngine.NET 2.0.0.36
Graphic design: nagajna - mia

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.