mercoledì 27 aprile 2011

Today’s Tint - Azzurrite

Santi Pietro e Dorotea
[closeMe]
Santi Pietro e Dorotea
  • Santi Pietro e Dorotea
    Santi Pietro e Dorotea
  • Azzurrite - cmyk
    Azzurrite - cmyk
  • Azzurrite - pantone
    Azzurrite - pantone

Qual’è il colore del cielo? E dell’acqua? Non vi chiedo di dare un nome al colore che richiamate alla mente quando li immaginate o che risulta di volta in volta ai vostri occhi quando li osservate, ma al pigmento che usereste per riprodurli su una tela. Si può davvero chiedere ad un colore di rappresentare qualcosa la cui essenza è legata alla trasparenza e alla conseguente capacità di farsi attraversare dalla luce, influenzare dalle circostanze? Non sono forse maggiormente la tecnica, la modalità di stesura, la capacità di rendere con dettagli e riflessi le stratificazioni e la profondità, a rendere realistiche le loro rappresentazioni?

In questa ambiguità l’azzurro condivide una sorte affine al giallo quando quest’ultimo vuole essere il nome della luce... L’azzurrite, con il suo degradarsi progressivamente in verde, partecipa del oscillare cangiante del colore del mare e della consuetudine che ha attraversato tutto il medioevo di considerare blu e verde due varianti dello stesso colore, simboli entrambi dell’aria e dell’acqua.

Lontana dall’ultraterreno e immobile splendore del blu oltremare con cui Giotto inonda le volte della cappella degli Scrovegni



PUBBLICATO DA: nagajna

COMMENTI: Commenti (3)

Tags: TODAY'S TINT - , , , , , ,





  Country flag


  • Commento
  • Anteprima
Loading



Commenti

mercoledì 27 aprile 2011

Interessante, non sapevo che nel medioevo azzurro e verde fossero considerati varianti dello stesso colore O__o

Mairi Italia

giovedì 28 aprile 2011

Il discorso è abbstanza complesso. Legato, da una parte ad una storica difficoltà, prima che fossero scoperti determinati pigmenti, di ottenere un colore stabile che non svanisse o degradasse (sia per il verde che per il blu) e dall'altra da una lettura culturale del colore per cui ad esempio l'acqua e le divinità ad esse legate erano associate al verde e non all'azzurrro... MOlti dei termini che usiamo oggi per definire le sfumature del blu derivano dal tedesco e dall'arabo ed entrano nel nostro lessico solo da determinate epoche in poi. I greci ad esempio non avevano una parola corrispondente, e così molte altre culture per le quali nell'elenco dei colori si trovavano solo il bianco, il nero, il rosso e a volte il giallo, sotto cui finivano tutti i colori chiari, quelli scuri, le terre, senza l'ossessione successiva di nominare ogni singola sfumatura. Il rosso invece era sinonimo stesso di colore e spesso di bello... Sono stati i pigmenti di sintesi e ancor di più il digitale a rendere disponibile qualsiasi colore, in un arcobaleno senza soluzione di continuità che ci costringe ad inseguire una nomenclatura impossibile...

nagajna Italia

domenica 23 aprile 2017

I am extremely inspired together with your writing skills and also with the format for your weblog. Is that this a paid theme or did you customize it yourself? Either way stay up the excellent high quality writing, it's rare to look a great weblog like this one nowadays..

BHW Stati Uniti

Scroll to Top

BlogEngine.NET 2.0.0.36
Graphic design: nagajna - mia

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.